tgr3

Maggiore efficacia nel contrasto all’evasione grazie anche all’impiego da parte delle Aziende di trasporto, di verificatori esterni e qualificati.

La manovra che il Governo si appresta a varare, introduce alcune significative ed importanti modifiche in materia di contrasto dell’evasione tariffaria a bordo dei mezzi. Particolarmente efficace risulta essere l’articolo che introduce la possibilità, da parte delle aziende di trasporto pubblico locale, di utilizzare personale NON appartenente agli organici aziendali per le attività di verifica dei titoli di viaggio. Questa importante novità a livello Nazionale, rende maggiormente efficace l’azione di contrasto dell’evasione, consentendo l’utilizzo di risorse esterne debitamente selezionate e formate per il ruolo e superando dunque il limite, presente in molte Regioni Italiane, che imponeva l’utilizzo di personale dipendente dall’azienda del trasporto, spesso adibito al ruolo di verificatore titoli di viaggio senza averne le caratteristiche necessarie.

Il modello Nazionale si uniforma così a quello Emiliano Romagnolo e a quello Lombardo ove, già dal 2012, è possibile utilizzare risorse esterne alle aziende per le attività di verifica dei titoli di viaggio, con il risultato che tutte le aziende del Trasporto Pubblico Locale dell’Emilia Romagna hanno oggi i bilanci in attivo con diminuzioni dei tassi di evasione ed incremento dei titoli di viaggio venduti.